Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni clicca su Privacy Policy nel menu che trovi in fondo alla pagina a destra. (Cookie e Privacy Policy)

 

 

Tecnologiche, sociali, relazionali e professionali

 

 

 

Consulenza filosofica, una pratica solo di moda?

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La pratica filosofica come filosofia pratica e dialogo libero in sessioni di consulenza di gruppo e individuali. Una alternativa al counseling psicologico e alla psicoterapia? Una moda passeggera e transitoria? Non si direbbe visto che dal 1980 stanno crescendo eventi, convegni, iniziative ( philo-cafè italiano ad es.) e soprattutto studi di consulenza filosofica in paesi quali la Germania, l'Olanda, Israele, gli Stati Uniti, la Spagna e l'Italia. In Italia poi Umberto Galimberti è il curatore di una collana editoriale tutta incentrata sul tema della consulenza filosofica.

La consulenza filosofica

La filosofia non dà né può dare risposte che non possano essere a loro volta sottoposte a nuove e a più acute interrogazioni. E’ la scienza dei “perché?” e in quanto tale inesauribile…….” Neri Pollastri

 [ Per comunicare con me o chiedere consulenze scrivete a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ]

Negli ultimi anni stiamo assistendo alla costante ascesa degli argomenti filosofici nelle classifiche dei libri più letti ( Fernando Savater, Ermanno Bencivenga, Paul Wouters, Umberto Galimberti, ecc.) e ad una crescente partecipazione ad eventi a carattere filosofico (le lezioni di Cacciari all’università della Bicocca di Milano, i caffè filosofici, ecc.). L’ozio, la leggerezza, il prozac, la meditazione e il dialogo sono alcuni degli argomenti trattati che hanno catturato interesse e curiosità di migliaia di persone e portato a letture forse meno semplici di quanto possa essere un romanzo di Tom Clancy ma forse altrattanto rilasssanti e benefiche.

La realtà che ci circonda è sempre più immersa in una complessità che ci obbliga a porci sempre nuove domande e ad usare linguaggi e strumenti nuovi per una sua comprensione e descrizione. Porre e porsi delle domande è tipicamente un atteggiamento filosofico che nasce dall’esigenza profonda ed umana del bisogno di comprendere. Tutti noi siamo essenzialmente e costituzionalmente dei filosofi e come tali ci poniamo domande, cerchiamo di dare un senso alle cose e aspiriamo alla conoscenza. Il tutto per dare un senso a noi stessi e per comprenderci meglio.

Questo interesse e bisogno di filosofia diffuso ha portato anche alla nascita di una nuova professione che va sotto il nome di consulenza filosofica.

Si tratta in realtà di una pratica antica. Imperatori, regine, leader religiosi, generali e impresari hanno tutti consultato i filosofi del loro tempo in tutte le epoche storiche ed in ogni luogo della terra. I filosofi sono serviti e sono stati usati come guide e consulenti personali, ma anche per delineare piani e strategie vincenti e deliberare leggi e nuove filosofie di pensiero. Ma i filosofi sono anche stati attivi nella vita pratica delle persone ( Socrate, Pitagora, la scuola stoica ecc.) aiutandole nella vita di ogni giorno nell’affrontare problemi, decisioni e problemi personali.

Platone fu il consulente filosofico di Dioniso secondo tiranno di Siracusa, Cartesio lo fu della regina Cristina di Svezia e Locke del primo duca di Shaffesbury; Aristotele fu il maestro di Alessandro Magno, lo stoico Epitteto lo fu di Marco Aurelio, Pitagora fondò una scuola di filosofia pratica, Seneca e Lucrezio applicarono la loro filosofia alla cura dei problemi religiosi e personali delle persone. Quasi duemila anni fa Epicuro caratterizzò la sua filosofia come terapia dello spirito e teorizzò la vacuità del pensiero filosofico se non è in grado di lenire la sofferenza umana. La scuola stoica si schierò contro le idee astratte o la pura esegesi del testo per rivendicare l’importanza del vivere bene e Socrate usò la filosifa non per insegnare concetti ma per incoraggiare la discussione e il dialogo e per esaminare il pensiero e le attitudini personali di fronte ai fatti della vita reale. Epicuro sviluppò la sua filosofia rivolta all’eliminazione del dolore, Cartesio e Spinoza concepirono la filosofia come pratica della saggezza, Nietzsche criticò aspramente la noiosa filosofia accademica del suo tempo e ipotizzò l’avvento del ‘filosofo fisico’ in grado di affermare con forza i principi della salute, del futuro, della crescita, del potere e della vita in genere. Ludwig_Wittgenstein sostenne l’inutilità della fisolofia se rivolta solo alle questioni logiche e la necessità invece di una filosofia in grado di migliorare il nostro pensiero ela nostra capacità di affrontare i problemi della vita di ogni giorno. E l’elenco potrebbe continuare con Eric Fromm, Herbert Marcuse, Sartre, Laing e Hillman e molti altri.

Benchè la filosofia abbia nel tempo finito per diventare una professione prevalentemente accademica, negli ultimi anni sembra manifestarsi un ritorno a quel passato nel quale i filosofi fungevano da tutori e consiglieri nella vita pratica dei potenti e delle persone in generale.

La riaffermazione del valore pratico della filosofia è stata fatta con forza da Gerd Achenbach agli inizi degli anni 80 e il suo lavoro può essere considerato il punto di partenza per la nascita della consulenza filosofica o filosofia applicata e di un nuovo filosofo che opera al di fuori delle istituzioni accademiche immerso nella vita di tutti i giorni a contatto con i privati, i gruppi e le organizzazioni.

 

Negli anni a seguire gli studi di consulenza filosofica hanno preso piede un po’ ovunque, dalla Germania, agli Stati Uniti, da Israele all’Italia dove la pratica si diffonde a partire dal 2000. Il modello principale a cui i neo consulenti filosofici si ispirano è Socrate e la sua agorà nella quale si applicava ai problemi del vivere quotidiano la pratica del dialogo maieutico ( essenziale è che il rispondere esaurisca il chiedere).

La consulenza filosofica non si prefigge scopi psicoterapeutici ma si rivolge a coloro che sentono il bisogno di indagare su se stessi per affrontare con maggiore serenità i disagi e i problemi esistenziali. E’ una disciplina che non propone modelli di salute o normalità ma aiuta le persone alla riflessione sul sé e alla comprensione del vissuto personale. Non si rivolge soltanto alle persone ma è applicabile anche alle organizzazioni e alle aziende che vogliono rafforzare la voglia di fare e la motivazione dei propri dipendenti, in particolare di quei dipendenti la cui creatività e capacità innovativa hanno un valore elevato per l’organizzazione e il futuro dell’azienda.

Si tratta di una pratica anche personale per quanti sono alla ricerca di significati da dare alla propria professione, alla propria vita e vuole scuotersi dal torpore di una routine quotidiana che vede la vita materiale sicuramente migliorata ma quella spirituale meno felice di un tempo. Una pratica per evitare il ricorso ad aiuti esterni quali psicofarmaci e  medici della psiche ma anche per affrontare problemi all’apparenza normali nella vita delle persone quali un brusco cambiamento della vita affettiva o familiare o l’ingresso in nuove fasi della vita, la perdita del lavoro e l’ingresso nella precarietà ecc. con il grave carico di ansie e riflessioni personali che questo comporta.

La pratica della consulenza filosofica si pone in alternativa a quella pià diffusa proveniente dalla psicanalisi e dalla psicoterapia. L’obiettivo di questa pratica infatti è di lasciare la malattia fuori dalla porta e instaurare un dialogo alla pari tra consulente e consultante. Le persone coinvolte non sono pazienti da analizzare e ai quali proporre terapie più o meno adeguate ma sono degli ospiti che possono trovare nel dialogo con il consulente filosofico non la soluzione al loro problema, ma maggiore fiducia nel proprio pensiero e forse riuscire a collocare il loro disagio in un contesto più ampio per poterlo guardare con maggiore oggettività e rivalutando aspetti importanti della loro vita. Durante l’incontro con un consulente filosofico è sempre l’ospite ad indirizzare il dialogo.

Socrate rimane il filosofo più gettonato ma oggi molte pratiche si rivolgono a filosofi quali Wittgenstein, Heidegger, Hegel, Sartre. Per molti la conversazione si trasforma in un momento di piacere, quasi un premio che una persona si assegna, per riuscire a guardare dentro se stessi come se ciò che si osserva non appartenesse a noi. Un esercizio che occupa poco tempo ma che può dare benefici concreti e immediati.

La pratica della consulenza filosofica già affermata in Germania, Olanda e Stati Uniti, si sta diffondendo anche in Italia come è dimostrato da numerose iniziative e pubblicazioni: un master presso l’università di Venezia, una ventina di studi privati disseminati per l’Italia, vari seminari organizzati dalle aziende e alcune applicazioni in ambito pubblico (comunità dell’Isolotto di Firenze, ospedale delle Molinette a Torino e università di Cagliari), una collana editoriale tematica diretta da Galimberti sui temi della consulenza filosofica, ecc.
 

La consulenza filosofica in concreto

La consulenza filosofica utilizza il metodo del dialogo e della domanda filosofica per facilitare la conversazione, lo scambio, l’ascolto e la comprensione. In azienda si occupa di etica, di leadership, e di consulenza al business e al management ma si distingue da altre forme di consulenza per l’uso di idee e pratiche filosofiche nell’analisi dei problemi e nella ricerca delle soluzioni. Quello che viene messo al servizio della persona e dell’organizzazione è la consuetudine ad affrontare i problemi attraverso una frequentazione intensa della storia delle idee e delle pratiche filosofiche. Lo scopo è di aiutare le persone e i manager a prendere decisioni, a favorire uno sviluppo sereno della vita personale grazie ad una migliore comprensione dei temi esistenziali, e a sviluppare e realizzare i valori della persona. Si rivolge ad indiviui e a gruppi ed opera in contesti caratterizzati da elevata complessità e presenza di situazioni dilemmatiche che possono generare malessere e ansie. Così come nella grammatica della comunicazione si tratta di ritrovare le corrette posture linguistiche, nella consulenza filosofica si lavora sulle posture logiche per favorire l’emergere di nuovi modi di pensare e nuove abitudini più consoni ad affrontare la complessità e le difficoltà del vivere quotidiano.

Prende solitamente la forma del dialogo e del colloquio personale intervallati da momenti di esercitazioni di scrittura, meditazione e lettura nei quali il consulente e il consultante possono mantenersi in contatto attraverso strumenti di comunicazione elettronici. Può assumere anche la forma di una discussione filosofica. In questo caso coinvolge gruppi di persone o comunità di interesse che in gruppo praticano metodiche quali la discussione socratica ma anche la narrazione del sé e la scrittura autobiografica.

Libri pubblicati in Italia sulla consulenza filosofica

“La filosofia può curare?” di Pier Aldo Rovatti, Cortina Editore

Docente di filosofia all’università di Trieste Pier Aldo Rovatti ritiene che mentre la disciplina della filosofia stia vivendo all’interno delle università un’allontananza costante dalla vita reale, la pratica della consulenza filosofica possa rappresentare una opportunità per un cambio di rotta. I docenti possono infatti rinunciare a trasmettere pacchetti preconfezionati di verità con valori solo illusori rispetto allo starpotere oggi diffuso della tecnica e della scienza.

Secondo Rovatti la filosofia può aiutare veramente una persona che vive situazioni di disagio personale aiutandola a superare ul concetto di malattia e di terapia. La fislosofia è diversa dalla cura. Ci aiuta forse a liberarci dalla condizione che ha generato la patologia. In realtà è un percorso che ci aiuta a comprendere come non siamo né malati né sani ma semplicemente persone umane e mortali che nascono e invecchiano. La filosofia può aiutare a prendersi cura di se stessi.

“Il libro della quiete interiore” di Gerd B. Achenbach Apogeo editore

Un libro che cerca di dare alle risposte alle domande che caratterizzano da sempre la riflessione filosofica. E’ possibile raggiungere la quiete interiore, in mezzo alla confusione, al movimento e al rumore del mondo contemporaneo? E’ possibile vivere questa quiete senza che venga scossa dalle avversità del quotidiano? Come si può raggiungere e mantenere equilibrio, conforto e pace?

L’autore presenta le sue intuizioni e suggerimenti per trovare la strada verso la serenit e lo fa prendendo spunto da Seneca e Nietzsche. La quiete interiore a cui si riferisce Achenbach non è la ricerca dell’intimismo ma di un atteggiamento che porta a prenderci cura con attenzione, compassione e delicatezza di noi stessi e degli altri esseri umani. Solo chi è attivo conosce la vera quiete…..

“Leadership riflessive”, di Andrea Vitullo editore Apogeo

Un libro che affronta i temi delle organizzazioni dal punto di vista della riflessione filosofica, a partire dall’analisi della figura del leader nell’età della tecnica e dalle esperienze delle pratiche legate alla persona in azienda. Secondo l’autore una presenza della riflessione filosofica sulla persona nell’organizzazione, è diventata ormai necessaria e inevitabile per tutte le aziende alla ricerca a loro volta di un senso da dare al loro fare.

“Il pensiero e la vita” di Neri Pollastri editore Aopogeo

Citando Platone l’autore ritiene che la filosofia consista nel “sapersi servire di quello che si fa”. La componente dell’agire e del cimentarsi con i problemi della vita quotidiana, problemi, bisogni ecc. diventa il vero terreno di analisi della persona su di sé e dell’organizzazioine alla ricerca di senso. Il libro tenta una prima mappatura delle iniziative italiane ed europee di pratica filosofica che si fa nei caffè, negli studi dei consulenti e nelle aziende.

La Consulenza filosofica di Gerd B. Achenbach, editore Aopeo

Achenbach è il fondatore della "Philosophische Praxis", forma principale di consulenza filosofica. Il volume raccoglie i saggi fondamentali, in cui ha presentato il suo lavoro e ne ha discusso finalità e modalità. Per Achenbach la consulenza filosofica "non si occupa dei sistemi filosofici, non prescrive alcun filosofema, non costruisce alcuna filosofia, non somministra alcuna visione filosofica, ma mette in movimento il pensiero: filosofa", quindi deve riflettere produttivamente su casi concreti. Insomma: l'aiuto che il consulente filosofico può dare a chi lo consulta non sta nel "curarlo" o nel fornirgli una "verità" preconfezionata, ma nel metterlo in grado di pensare, nel dialogo con altri.

Comprendere la vita di Ran Lahav, editore Apogeo

Agli approcci contemporanei al counseling per dilemmi personali è sottesa l'assunzione che questi dilemmi - e in generale il modo di vivere di ognuno - si possono vedere come espressioni implicite della "filosofia personale" dell'individuo. Quindi la filosofia è rilevante per la vita quotidiana, perché le azioni, le emozioni, le scelte, le speranze e i piani di ogni giorno possono essere interpretati come "affermazioni" su se stessi e sul mondo: tutte queste cose possono essere viste come espressioni di una concezione della propria identità, del senso della vita, di ciò che è importante, rispettabile o giusto, di che cosa ci si può attendere dagli altri e così via.

Parole Vane di Andrea Poma, editore Apogeo

Perché il commento a un libro della Bibbia in una collana di pratiche filosofiche? Perché la filosofia non conosce confini. E come Platone attinge pensieri dal mito, così la filosofia occidentale, che ha le sue radici nel pensiero greco e nella tradizione giudaico-cristiana, non di rado si è rivolta alla Bibbia per accogliere riflessioni sul senso dell'uomo e sul senso di Dio. Nella narrazione simbolico-metaforica si dibattono temi che poi, la filosofia farà propri, discutendone non solo con l'attenzione rivolta alla correttezza dell'argomentazione, ma anche alla qualità del sentimento che ha generato il problema.

La giusta paga di Walter Pfannkuche, editore Apogeo

Elisa Mertens fa la commessa in un negozio e, nel contatto con colleghi, datori di lavoro e la varia umanità che frequenta l'esercizio di cui è dipendente, ha sviluppato un'acuta capacità di riflessione sulle cose della vita. Così, spesso, coinvolge chi le capita a tiro in discussioni che, partendo dal quotidiano e dalle osservazioni del senso comune, finiscono per mettere in crisi convinzioni accettate acriticamente e idee abbracciate superficialmente. Walter Pfannkuche ce la presenta qui in cinque dialoghi, che trattano del problema della giusta retribuzione, del diritto al lavoro, dell'uguaglianza di poveri e ricchi di fronte alla morte, della responsabilità individuale di fronte alle sofferenze del mondo e del comportamento morale

Fare cose con la filosofia di Contesini, Frega, Ruffini, Tomelleri, editore Apogeo

Gli autori di questo libro, che condividono una duplice identità, coinvolti in modo diverso in pratiche di ricerca filosofica e sociale e in attività professionali di consulenza, ricerca e formazione, hanno voluto sottoporre i campi della loro attività lavorativa allo sguardo analitico della riflessione concettuale. Consulenza di processo, coaching, consulenza individuale, counseling in ambito aziendale sono solo alcune delle attività su cui si concentra la riflessione di queste pagine. Tutti e quattro gli autori sono laureati in filosofia; Carla Ruffini è partner di Studio Méta e Associati di Bologna, presso cui Stefania Contesini e Roberto Frega svolgono attività di ricerca; Stefano Tomelleri è ricercatore di Sociologia all'Università di Bergamo.

Oltre il senso della vita di Lodovico Berra, editore Apogeo

Nella nostra società, chi si trova di fronte a una depressione esistenziale o abbia idee di suicidio, viene in genere indirizzato ai professionisti della salute psichica, psicologi clinici, psichiatri e psicoterapeuti. Non sempre l'individuo trae beneficio da questi incontri e può ricorrere ad altre alternative, come una fede religiosa o pseudoreligiosa, oppure medicine "non convenzionali". Non esiste la "cura giusta" per la disperazione esistenziale, perché dipende dalla sensibilità e predisposizione individuale: anche attraverso l'espressione artistica si può trovare una via d'uscita. Partendo da queste considerazioni, Lodovico Berra approda alla consulenza filosofica, centrato sull'individuo, sul suo mondo e sulla sua esistenza singola

Teoria e pratica della consulenza filosofica di Peter B. Raabe, editore Apogeo

Il volume ha un impianto sistematico e offre una visione d'insieme a quanti intraprendono un impegno di studio per affrontare la professione di consulente filosofico. Raabe affronta, nella prima parte, la filosofia della consulenza filosofica, passandone in rassegna le diverse concezioni e le metodologie utilizzate, per poi approfondire il rapporto fra consulenza filosofica e psicoterapie. La seconda parte offre il modello di consulenza formulato dall'autore; la terza, infine, presenta alcuni casi, che illustrano fra l'altro la consulenza filosofica di gruppo e la consulenza per i bambini.

La pratica filosofica di Shlomit C. Schuster, editore Apogeo

Un libro che è una presentazione della pratica filosofica, intesa come filosofia pratica in sesioni di consulenza individuali. La sua struttura è organizzata attorno a tre temi principali: la posizione storica della partica filosofica; la giustificazione dell'approccio non clinico alla consulenza filosofica, collocata nel contesto delle critiche filosofiche e cliniche della psicoterapia; la narrazione di una serie di casi specifici tratti dalla pratica dell'autrice. Quest'ultima parte è certamente quella che caratterizza il libro: la modalità esposistiva del racconto ne rende la lettura molto agevole anche per chi non sia un filosofo ma voglia capire che cosa può fare la consulenza filosofica per chi cerchi sul piano personale una alternativa alla psicoterapia e alla psicanalisi.

Pratiche filosofiche in Internet

www.consulenzafilosofica.net  il sito personale di Paola Teresa Grassi

www.consulenza-filosofica.it sito personale di Neri Pollastri con informazioni sulle sue attività e sulle pratiche filosofiche, tra cui una bibliografia ben organizzata e aggiornata.

www.phronesis.info il sito dell’Associazione Italiana per la consulenza filosofica Phronesis

www.filosofare.net un sito informativo con sezioni dedicate alle pratiche filosofiche in generale

www.achenbach-pp.de il sito personale dell’iniziatore della consulenza filosofica Gerd Achenbach

www.pratichefilosofiche.net centro per lo studio delle pratiche filosofiche

www.psicofilosofia.it associazione italiana psicofilosofi

www.sicof.it società italiana counseling filosofico

http://www.nonterapia.ch scuola superiore di formazione all’esercizio del counseling filosofico

Bibliografia per la Consulenza Filosofica

  • Achenbach, Gerd, La consulenza filosofica, Milano, Apogeo, 2004
  • Achenbach, Gerd, Il libro della quiete interiore, Milano, Apogeo, 2005
  • Adami, Emmanuele, La sesta conferenza internazionale sulle pratiche filosofiche. Un universo a confronto, in "Kykéion", 8, 2002, scaricabile cliccando qui
  • Contesini S., Frega R., Ruffini C., Tomelleri S., Fare cose con la filosofia, Milano, Apogeo, 2005
  • Grassi, Paola, Esiste una filosofia del management? Tentativi, intersezioni, prospettive, in "Kykéion", 8, 2002, scaricabile cliccando qui
  • Grassi, Paola - Pollastri, Neri - Volpone, Alessandro, Pratiche Filosofiche, una bibliografia ragionata, in "Kykèion", 8, 2002, scaricabile cliccando qui
  • Lahav, Ran, Comprendere la vita, Milano, Apogeo, 2004
  • Màdera, Romano / Tarca, Luigi Vero – La filosofia come stile di vita, Milano, Bruno Mondadori, 2003
  • Marinoff, Lou, Platone è meglio del Prozac, Casale Monferrato, Piemme, 2000 (ed. or. Plato, not Prozac!, Harper Collins, New York, 1999)
  • Marinoff, Lou, Le pillole di Aristotele, Casale Monferrato, Piemme, 2003 (ed. or. The Big Questions)
  • ·         Montanari, Moreno (a cura di), Consulenza filosofica: terapia o formazione?, Chiaravalle, L'orecchio di Van Gogh, 2005
  • Pollastri, Neri, La consulenza filosofica. Breve storia di una disciplina atipica, in “Intersezioni”, 1, 2001
  • Pollastri, Neri, Gerd Achenbach e la fondazione della pratica filosofica, in “Maieusis”, 1, 2001, cosultabile on-line cliccando qui
  • Pollastri, Neri, recensione di Lou Marinoff, Philosophical Practice, in "Kykeion", 7, 2002, scaricabile cliccando qui
  • Pollastri, Neri, Osservazioni per una definizione della consulenza filosofica, in "Kykéion", 8, 2002, scaricabile cliccando qui
  • Pollastri, Neri, La consulenza filosofica tra metodo e saggezza, in "Intersezioni", 1, 2003
  • Pollastri, Neri, Il pensiero e la vita. Guida alla consulenza e alle pratiche filosofiche, Milano, Apogeo, 2004
  • Pollastri, Neri, Un primo “manuale” per l'apprendista consulente filosofico, Introduzione a Peter Raabe, Teoria e Pratica della consulenza filosofica, Milano, Apogeo, 2006
  • Poma, Andrea, La consulenza filosofica, in "Kykéion", 8, 2002, scaricabile cliccando qui “Pratiche filosofiche”
  • Peter Raabe, Teoria e Pratica della consulenza filosofica, Milano, Apogeo, 2006
  • Ruschmann, Eckart, La consulenza filosofica, Messina, Armando Siciliano, 2004

Le riviste

 

 

 

I miei e-book

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Progetto

Per contattarmi

Email

Linkedin

Facebook

 

Informazioni

Informazioni

Privacy policy

Coockie Policy

Copyrights

Ringraziamenti

 

 

SoloTablet

Nato come progetto editoriale nel 2010, SoloTablet è diventato un punto di riferimento online importante per quanti sono interessati alle nuove tecnologie ed a un loro utilizzo critico e consapevole. SoloTablet contribuisce da sempre alla conoscenza delle nuove tecnologie e all'innovazione con narrazioni, riflessioni e approfondimenti su soluzioni, ambiti di applicazione, stili di vita, euristiche, buone pratiche, referenze e casi di studio.


Retidivalore è un progetto di Carlo Mazzucchelli - Creato nel 2009 è oggi utilizzato prevalentemente come semplice contenitore di informazioni online.

Copyright Retidivalore 2009-2017 - All Rights Reserved.

© 2015 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper